Consumi, volano gli acquisti sul web  

Date:

Nuove prospettive economiche avanzano prepotenti cambiando le modalità dei consumi delle persone. La rivoluzione economica, peraltro già iniziata a seguito del cambio di paradigma avvenuto nei primi anni del XXI secolo, accelera la trasformazione proprio in occasione della pandemia del Covid-19, costringendo le imprese a rivedere il processo produttivo. Se l’occupazione conosce lo smart working c’è sempre l’innovazione tecnologica a stravolgere le abitudini consolidate nel secolo passato: la maggior parte degli acquisiti diventano facilmente online. Si acquista anche il cibo e le persone impiegano poco tempo a conoscere i grandi marketplace dove si possono ordinare i prodotti con un semplice click. Può sembrare un semplice e banale slogan pubblicitario ma è la nuova tipologia di acquisto che stravolge la modalità dei consumi. Le imprese sono obbligate a conoscere il cambiamento per capire come intervenire, al fine di assecondare i consumatori. Non dimentichiamo che sono anche le scelte dei prodotti a subire un’influenza negativa perché il web cambia la filosofia degli acquisti.    

Consumi: analisi del settore

A confermare questo andamento sono i dati merse nell’ultimo rapporto dell’Osservatorio eCommerce B2C Netcomm del Politecnico di Milano. «Il comparto dell’e-commerce in Italia – si legge nel Documento – segue il trend di crescita positivo raggiunto durante la pandemia anche nel primo trimestre del 2022. Con l’arrivo della pandemia, le abitudini d’acquisto dei consumatori italiani sono cambiate drasticamente. Durante questo periodo gli acquisti online sono aumentati del +31%, ma lo sviluppo del settore resta stabile anche nel 2022. Il comparto e-commerce registra, solo nel primo trimestre del 2022, una crescita del +14% rispetto all’anno precedente, con un fatturato che a fine anno supera 45 miliardi di euro. Un inizio anno positivo nonostante il clima socio-economico e politico sia ancora piuttosto incerto. Le prospettive future fanno ben promettere, dal momento che la penetrazione dell’e-commerce sul totale degli acquisti Retail nel 2022 va oltre l’11%. Dalle statistiche ottenute risulta che i consumatori italiani preferiscono utilizzare gli e-commerce per l’acquisto prodotti fisici, in particolar modo generi alimentari e Grocery (es: pulizia/igiene della casa e della persona e altri prodotti legati alla grande distribuzione). In questa tipologia di acquisti infatti si è evidenziata una crescita del 10% equivalente a 34 miliardi di euro. La categoria merceologica che si conferma più attiva in questo scenario è quella del Food&Grocery che registra un incremento costante, anno dopo anno, del +17%».

Consumi: nuovo orizzonte

È questa la rivoluzione dei consumi che a piccoli passi sta delineando la nuova visione del futuro, diminuendo di conseguenza la presenza dei negozi (sono molti gli esercizi commerciali che stanno chiudendo le loro attività). Con questo cambiamento il consumatore deve essere maggiormente a conoscenza dei prodotti da acquistare, magari ricorrendo alle diverse recensioni che abbondano sul web quando le persone cercano gli oggetti particolari. Questa rivoluzione non riguarda soltanto la sfera dei consumi ma è soprattutto una radicale trasformazione culturale che influenza le nostre scelte future. L’economia riveste un ruolo ben specifico in questo delicato passaggio, relativo all’attuale momento storico: anticipare il cambiamento per rispondere adeguatamente alle esigenze dei consumatori. I manager devono pensare e immaginare a un’economia al passo con i tempi, rivedendo il core business, senza dimenticare i processi produttivi e la promozione dei prodotti.       

Francesco Fravolini      

 

Francesco Fravolini
Francesco Fravolini
Giornalista professionista, ha collaborato con diversi giornali tra i quali Paese Sera, I Viaggi (supplemento di Repubblica), Tuttolibri (La Stampa), Famiglia Cristiana. Cofondatore e membro del Consiglio Direttivo dell’Ente Nazionale per la Trasformazione Digitale. È interessato alle questioni sociali ed economiche rivolgendo una costante attenzione alla scommessa del XXI secolo: un maggiore incontro tra i popoli per una consapevole condivisione del pianeta. Che può tramutarsi in una grande ricchezza culturale ed economica.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Share post:

Ricevi le nostre notizie

Popular

SUGGERITI
ARTICOLI

“Bambini non obbligati a vedere i nonni”, la sentenza della Cassazione

(Adnkronos) - "Le modalità con cui riconoscere il diritto" dei nonni "a mantenere rapporti significativi con i nipoti minorenni devono essere risolte alla luce del primario interesse del minore". Lo sottolinea la Corte di Cassazione accogliendo il ricorso di due genitori contro la decisione dei giudici di Milano che avevano...

San Valentino, da Hard Rock Cafe® l’amore è musica e magia

(Adnkronos) - Nei cafe di Firenze, Roma e Venezia dal 9 al 15 febbraio disponibili piatti e drink da condividere con la persona amata e per la serata del 14 musica dal vivo, show di illusionismo e giochi di prestigio....

Ucraina, Lavrov: “Nato coinvolta da tempo in guerra ibrida contro Russia”

(Adnkronos) - La Nato è coinvolta da tempo in una guerra ibrida contro la Russia. Lo ha dichiarato il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov dopo i colloqui con il suo omologo egiziano Sameh Shoukry. "Qualunque cosa possano dire i nostri partner occidentali - ha affermato - comunque cerchino di...

Legale Provenzano: “Fecero restare al 41 bis un malato grave”

(Adnkronos) - (di Elvira Terranova) - "Fecero restare al 41 bis un simbolo, non una persona. Bernardo Provenzano venne tenuto al carcere duro nonostante le gravissime patologie di cui soffriva con una incapacità totale di intendere e volere, più volte certificata dai medici del carcere. Non conosco la vicenda di...